Della comunicazione

Ma ci siamo veramente cremati il cervello o davvero pensiamo che questa sia comunicazione? E’ un insulto a tutti gli sforzi che ognuno fa per farsi comprendere, spiegare, educare.

Io, non ho parole. La foto si commenta da sé.

Ma cosa dice? Cosa vuole dirmi? A chi lo vuole dire? Che linguaggio è?

Chiedo, umilmente, a tutti voi: cosa regola questo avviso? Grazie.

Avviso

Avviso all’ingresso di tutti questi luoghi UP

 

 

Annunci

10 thoughts on “Della comunicazione

    • Detto con tanta amarezza, quasi rassegnazione. Sento un dolore, vero?
      Ce la faremo ad uscire da questa palude di ignoranti che ci governano e che fanno da modello a tutti gli altri (tanti) che hanno un “surrogato” di potere da spendere per lenire la loro adolescenziale frustrazione?

      Mi piace

  1. Anche io: soprattutto in certi momenti.
    Ed è per questo, per sopravvivere a questo disastro politico-culturale, che ho fatto della Musica il mio elemento di vita: una dimensione di riferimento per la crescita personale. A volte anche per prendere fiato ed evitare di fuggire per salvarsi.

    Mi piace

      • ma rimane il fatto che un semplice punto il U.P avrebbe reso il cartello più comprensibile….che non vogliano insegnarci ad usare di nuovo il cervello?
        Ieri il mio ha dovuto lavorare un bel po’ per capirlo…li devo anche ringraziare?

        Mi piace

      • Grazie Sofia per il tuo “impegno” e per la “spiegazione”. Certo, forse è una forma per vivacizzare il nostro cervello a risolvere enigmi incomprensibili; in questo caso bisogna dire grazie a Poste Italiane e plaudire alla genialità del “creativo” che, forse, guadagna un bel po’ di soldi.
        Rimane il fatto che mi piacerebbe conoscere la “mente geniale” che si occupa del nostro invecchiamento cerebrale.

        Mi piace

  2. in effetti mi sono davvero impegnata tanto!
    Dapprima ho fatto un vano tentativo focalizzandomi sulla parola “in up” nella convinzione che fosse la parola inglese e, indubbia traduzione, veniva fuori il significato “cani in alto” e forse “cani in braccio”. Beh, poteva andar bene per il mio cane che pesa quattro chili ma, chi non è fortunato come me e possiede un cane di quaranta chili, come farà?
    Lo sottopone ad una ferrea dieta un mese prima di andare all’ufficio postale?
    E chi si reca invece con due grossi cani?
    Impossibile! Che lo abbiano scritto per incentivare le iscrizioni alle palestre?
    No, nel mio ragionamento c’era qualcosa che non andava, qualche sottigliezza che non ero riuscita a cogliere…ma cosa?
    Ho riguardato nuovamente il cartello e la mia mente si è illuminata all’improvviso! Ho capito che mancava qualcosa…. qualcosa di molto piccolo che faceva la differenza: un puntino alle lettere U e P, che avrebbe reso il tutto “quasi” più comprensibile.
    Se dovessi dare un titolo a ciò che ho scritto sarebbe sicuramente “l’importanza di un puntino”.

    Mi piace

    • Grazie del contributo Sofia, è veramente interessante quel che ha dovuto cercare di “chiarire”, il tuo cervello, per dare senso ad una cosa che non ne ha. Hai ragione: le studiano tutte per non farci invecchiare. Con i tempi di attesa agli sportelli degli uffici postali… ops, scusa volevo dire degli UP, è meglio distrarsi e divagare: si rischia di arrivare al proprio turno già in età avanzata.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...