Vaccinazioni e Autismo

Spente le luci della giornata blu sull’autismo dello scorso 2 Aprile

https://gentilerenato.wordpress.com/2014/04/04/autismo-in-blu-che-spettacolo/

ecco che arriva una nuova soluzione per l’autismo. Come dal nulla.

Sabato, ore 16, Municipio – Sala delle Bandiere.

Lo so, alla fine sono considerato affetto da “autismo dipendenza”; non riesco a farne senza anche se ormai sono “pulito” da anni. Molti anni. Ci provo anche se è sabato e la giornata è ormai estiva.

Il business è sempre in movimento e ci sono terreni fertilissimi. L’autismo è uno di questi. Stavolta è un “Comitato” in espansione; in Tour per raccogliere proseliti e far nascere nuovi Comitati.

Si parte dall’assunto che le vaccinazioni, quelle previste dal nostro sistema sanitario nazionale, provocano (cioè sono la diretta conseguenza) della sindrome autistica. Accidenti che scoperta, finalmente: ci siamo. Anche stavolta il premio Nobel è davanti a noi. Peccato non sia in programma: sarà stata una svista. Arriverà di sicuro presto magari aspettano di consegnarlo insieme al metodo Stamina. In fondo la crisi economica è diffusa in tutta Europa.

Ho atteso la relazione principale, quella sulle “nuove soluzioni terapeutiche per l’autismo”, programmata per la fine dei lavori. Una novità visto che dovrebbe essere il tema conduttore del convegno medico-scientifico. In sala pochi specialisti del settore, anzi nessuno. Ma è sabato pomeriggio chi vuoi trovare che ha tanta voglia di andare ad ascoltare il prossimo Nobel? E poi in una città dove premi Nobel ne aspettano a iosa?

Giornalisti? Neanche l’ombra. Politici? Qualcuno ma ha sbagliato parrocchia. Curiosi: solo io. La scienza non ha richiamo. Non ci sono neanche i genitori dei soggetti affetti d’autismo locali: e certo, si tratta di un’altra parrocchia.

Non si tratta di un’altra parrocchia ma un altro imbroglio. Congegnato in maniera diversa ma speso altrettanto bene. Attira, acchiappa, mostra, promette e coinvolge. Il problema è che la materia su cui si fa leva è sempre il dolore, la sofferenza e la disperazione di genitori emarginati. Insieme ai figli.

Il relatore massimo ha una serie di notizie da diffondere, in anteprima, davvero importanti, per cui ritiene più importante, oggi, parlare di questi che dei trattamenti come previsto dal programma. Oggi è un gran giorno. Le notizie sono davvero strabilianti: Università Americane (tra le più rinomate) a non finire, Centri di rinomata fama internazionale per la ricerca scientifica (in Medio Oriente ed USA) e persino la Food and Drug Administration, hanno appena telefonato perché vogliono che tutto lo Staff Italico si sposti negli USA per fare la ricerca (di cui non si è parlato) ed insegnare a quei poveri pellegrini statunitensi come fare la terapia ed aprire scuole di specializzazione ovunque.

Perbacco, questi sono grandi davvero e se ne stanno andando via, fuggono come cervelli affamati – come sempre del resto – ma mi chiedo ancora una volta: ma il Nobel?

Chiedo la parola, ho due domande semplici da fare; mi iscrivo a parlare. Non c’è tempo mi viene detto. Il Nobel arriverà, lo so, è questione di poco, anche senza le mie banali domande.

E per finire la notizia, confermata da poco, che scatena un applauso incredibile nel pubblico: a Novembre di quest’anno (2014), nella Città del Vaticano, sarà tenuto il Congresso mondiale sull’autismo in presenza di Papa Francesco. E’ Lui che lo vuole. Treni gratuiti partiranno da tutte le parti d’Italia per convogliare a Roma tutti i Comitati che nel frattempo si saranno formati.

Se sarà così allora io sono uno che non ha capito niente, neanche come si accende la luce, dall’interruttore, nella stanza.

Ma perchè, Sabato, non sono andato al mare?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...