Parlare è creare

… creare è amare (aggiunge qualcuno)

Accanto al tema dello sviluppo verbale, prende forma un secondo aspetto educativo quello relativo alla crescita emotiva. Tale argomentazione fa parte del programma che ha come obiettivo la “prevenzione” del disagio cui un bambino può andare incontro, in età evolutiva, se non riesce a riconoscere e gestire le proprie ed altrui emozioni.

Oggi il campo delle emozioni si è fortemente ristretto a: paura e rabbia, da cui le risposte comportamentali più semplici, fuga e violenza. Comportamenti che servono solo ad alimentare il disagio socio-emotivo che probabilmente esploderà durante l’adolescenza. Bisogna fornire – per tempo – ai nostri figli le strategie necessarie per mettere in atto una solida base di capacità di autocontrollo.

I bambini sono diventati spettatori e fruitori inconsapevoli di dinamiche emotive poco adattive. Il tema della violenza è ormai un tema banale, vecchio di qualche anno, roba di poco conto – ovvia – si è “evoluta” in: mancanza di rispetto verso il prossimo; inutilità della sincerità e dell’amore; inconsistenza adattiva dell’onestà; individualismo di infima lega.

Valori che si dissolvono sotto gli occhi di telecamere, cartoni animati e dinamiche familiari impoverite di dialogo e stile comunicativo. Anche la scuola sta per essere “spinta” verso questo adattamento: la disattenzione verso i valori di base.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...